News

Mosca annuncia l’espulsione di 60 diplomatici USA

CRONACA (Mosca) Il Cremlino annuncia l’espulsione di 60 diplomatici americani in risposta alla decisione della Casa Bianca di espellere lo stesso numero di rappresentanti russi per il caso Skripal. Chiuso il consolato statunitense a San Pietroburgo. A diffondere la notizia è il ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov. Le espulsioni riguarderanno 58 dipendenti dell’ambasciata a Mosca e due membri dello staff del consolato di Yekaterinburg, dichiarati “personea non gratae”, che dovranno lasciare il paese entro il 5 aprile. A questi, si aggiungeranno membri dei servizi diplomatici degli altri Paesi che hanno espulso i rappresentanti russi, nello stesso numero, intorno ai 150. Si attende che sia ufficializzata la decisione nei confronti dell’Italia, che in Russia ha 36 diplomatici accreditati e da Roma ha espulso due russi. “Occhio per occhio, dente per dente” è la logica da seguire secondo Lavrov, il quale rivendica la verità sull’ex spia russa avvelenata in Gran Bretagna. Da Washington non si fa attendere la reazione: “Ci riserviamo il diritto di rispondere a Mosca. Le espulsioni sono ingiustificate”, ha commentato il dipartimento di Stato americano.

Ähnliche Artikel

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.

Schaltfläche "Zurück zum Anfang"